I Vostri

LA POSTA DELLA VIVI

16 Luglio 2019

Anoressia - Obesità

Scegliere a chi rispondere non è facile, molti i temi interessanti o particolari e ci proverò con quelli che hanno punti in comune.

Questo mi ha toccato il cuore e voglio scriverne perché è un tema molto più attuale di quel che si pensi.
L'OBESITÀ GIOVANILE

Manu da Roma (nome di fantasia su sua richiesta) scrive una lunga mail raccontandoci la sua esperienza.
Dall'epoca della scuola si sentiva emarginata, odiava le ore dedicate alla ginnastica, alla pallavolo o alle gite scolastiche... perché è sempre stata una ragazzina sovrappeso.
Si vergognava del suo corpo quasi goffo nei movimenti e il doverlo mettere in mostra era per lei motivo di grande sofferenza. Pantaloni morbidi e magliette extra-large la sua divisa quotidiana. Difficile fare amicizie ed entrare nei gruppi di compagne, per non parlare dei "maschi" della classe.
Ora è una giovane donna piena di complessi e purtroppo soffre di anoressia, perché verso i 16 anni ha iniziato a fare una dieta senza nessun controllo e.... non si è più fermata, pur essendo oggi magrissima.
È una grande gioia per me  questa tua voglia di parlare del tuo problema perché sei ancora in tempo per aiutare te stessa e chi come te deve fare scelte drastiche.
Da sola sei giunta alla consapevolezza che ti devi far aiutare ad uscirne, da parte tua  ci sarà bisogno di una volontà di ferro e del sostegno della tua famiglia, che sempre ti è stata vicina.
Non aspettare domani, il mese prossimo o dopo le vacanze... prima troverai chi ti aiuterà, prima ritornerai te stessa, una giovane donna con un lungo cammino sereno davanti.
Prendi tutta la forza che hai e falla convergere verso quel traguardo.
A Roma esistono centri ospedalieri perfettamente in grado di aiutarti, ma tu devi essere la prima a volerlo. Sarà difficile all'inizio, ma il fatto che tu abbia scritto così chiaramente sul tuo problema mi fa credere che ci riuscirai.
Appena ne avrai voglia tienimi informata dei progressi che farai, pensa a quante ragazze stai dando una via d'uscita... La vita val sempre la pena di essere vissuta  secondo i nostri desideri...ci meritiamo il meglio.
Non so se ho trovato le parole per farti capire quanto affetto sto provando per te e per chi sta lottando in questo momento... Noi donne volendo siamo delle guerriere eccezionali.
Con fiducia in te ed a risentirci.

 

La seconda risposta va ad una mail che mi arriva dal profondo Sud ed anche qui mi si chiede in nome della privacy di non citare il paese.
Arianna oggi ha 18 anni. A 16 anni, molto carina e corteggiata da più di un ragazzo del luogo., ma a lei piace uno in particolare, con la fama di sciupafemmine e non resiste quando una domenica la invita a fare un giro con lui al lago vicino.
Lo racconta alle amiche che la sconsigliano, ma non ne parla in casa.
Va all'appuntamento e trova altri 2 ragazzi in auto, non sa che fare ma sono ragazzi del paese, li conosce da sempre e sale... Tralascio I particolari, ma l'unione fa la forza ed ovviamente lei viene considerata una che ci sta perché ha accettato l'invito.
La gita diventa un'esperienza che la nostra piccola ragazza non potrà dimenticare. Sono passati 2 anni e lei vive con il terrore che la famiglia scopra tutto, con le dovute conseguenze in paese.
Cara Arianna, da donna e madre so che questa terribile esperienza non si potrà cancellare , ma cerca di vivere la tua vita di fanciulla il più serenamente possibile ed imparare anche a proteggerti da tutto ciò che il cammino della vita ti porterà ad affrontare, che ti sia d'esperienza, ma ricorda che  non tutti i ragazzi sono così, quando t 'innamorerai davvero.
Il prossimo anno finirai il liceo ed  il mio consiglio, se possibile ovvio, vai in città e frequenta l'università serena e bella come mamma ti ha fatta. Mi hai scritto che ti piacerebbe fare l'infermiera,  sono tre anni di  studio impegnativo ma che ti aiuterà ad inserirti bene nel mondo del lavoro. Quando tornerai al tuo paese avrai sempre l'amore della tua famiglia e tante belle esperienze da raccontare.. Un abbraccio ad una grande piccola donna che nonostante tutto ha sogni bellissimi e che si realizzeranno con un po d'impegno.

Ho volutamente trattato due temi difficili, ma il nostro blog è aperto ad ogni evento che una donna può vivere, piacevole, entusiasmante, felice oppure ferite dell'anima dure da guarire... Non è nel silenzio che si trovano le risposte, ma nelle parole e nel confronto
A presto e sempre con un sorriso.

La vivi