Home I Nostri Rubriche

A MIO MARITO

12 Novembre 2019

A come Albero, A come .....

Hai mai guardato davvero un'albero?

Ha tante braccia per proteggere

i suoi frutti, ha tante foglie per nasconderli, ha un forte tronco per contrastare il vento e, anche se non le vedi, ha possenti radici per vincere  la tempesta più violenta.

Tu sei il mio grande albero, non avrò paura finché mi siedero' accanto a te, mi sentirò a casa, vincerò ogni mia ansia e mi addormentero' serena.

A volte puoi essere in mezzo ad una moltitudine di persone e sentirti sola, io resto sola per ore in camera mia e mi sento circondata da un silenzio pieno di affetto, di complicità, di te che ogni tanto vieni a dirmi qualcosa solo per la voglia di rendermi partecipe.

Quanti sono i modi per parlare d'amore, infiniti. Puoi scrivere lettere che testimoniano  il tuo affetto, poesie piene di pathos, foto che ritraggono momenti indimenticabili insieme, ma quel vivere il nostro silenzio l'uno accanto  all'altro, svolgendo le nostre reciproche occupazioni , è quello di più intimo e solo nostro che  nessuno può condividere e  per questo  mi è prezioso.

Forse non ci hai mai fatto caso o anche tu vivi le nostre mille parole dette con lo sguardo, una fuggevole carezza, il caffè insieme ogni mattina, come la prova della forza del nostro reciproco sentimento , poiché non sono le parole quelle che testimoniano la forza di un' unione, ma i mille piccoli spontanei  gesti quotidiani.

Non spedirò questa lettera, ma avevo bisogno di mettere questi pensieri per iscritto, perché un giorno forse ti capiterà di leggerli e mi ritroverai in essi .

Tua moglie

Ndr La affido a questo blog letto prevalentemente da donne di ogni età perché so che molte mi capiranno.