I Nostri I Vostri Rubriche

La posta della Vivi

6 Novembre 2019

LE VOSTRE DOMANDE

Carissime lettrici questa pausa è stata dovuta ad una noiosa forma influenzale che si trascina tuttora, ma la voglia di sentirmi in contatto con voi è più forte!

Ho avuto un po' più di tempo per leggere le vostre tante mails e per capire quanto per noi esseri umani è importante sia comunicare che sapere di trovare chi ci ascolta, senza pregiudizi o interessi di qualsiasi genere.

Oggi risponderò a due amiche che mi hanno dato la loro  fiducia, cercando di esserne all'altezza

 

Prima  lettera

Chiamerò questa amica Chiara, per sua tranquillità e perché mi ha esposto il suo problema con semplicità e chiarezza.

È una signora poco più che sessantenne, di aspetto giovanile, curata ed istruita. È vedova da qualche anno e le sue frequentazioni sono soprattutto coppie di amici che aveva in comune con il defunto marito... Lei si sente a disagio con loro essendo sempre da sola ed accetta raramente i loro inviti... Pieni di... "

"Ti ricordi?? " o  "c'eravate anche voi..."

Ora lei mi confessa che la routine della sua vita, seppure piena di volontariato, qualche viaggio, buoni libri, le sta stretta, ha voglia di emozionarsi, di sentirsi apprezzata per quello che ancora è :

UNA DONNA CHE HA VOGLIA DI SENTIRSI AMATA E DESIDERATA

Carissima amica l'amore non dipende dai dati anagrafici, ma dal nostro cuore e dal desiderio di avere qualcuno con cui dividere la vita. In più amore e sesso  vanno di pari passo e non devi vergognarti di desiderare un po' di intimità con la persona che troverai.... Il problema  credo sia dove potresti trovare questo tuo possibile nuovo compagno... Ti piace ballare?

Iscriviti ad un corso di tango o di latinoamericano, conoscerai sicuramente tante persone simpatiche e vivaci... Ti piace la cultura, iscriviti all'università della terza età ed anche. lì potresti fare incontri interessanti. Ami viaggiare, una bella crociera e non passerai inosservata (lo dico a ragion veduta grazie alla foto che hai inviato)...in quanto ai siti d'incontro ti consiglierei, se mai scegliessi questa opzione, di controllare scrupolosamente questa agenzia per serietà, costi e durata del contratto. Amica mia, ti auguro che la vita ti sorprenda piacevolmente, magari in un modo inatteso.

Sei una donna molto dolce che ha amato per oltre trent'anni lo stesso uomo, riamata ed ora desidera ancora poter donare questo suo cuore ❤

Spero di risentirti un giorno con una bellissima notizia, a presto con un'abbraccio.

 

Seconda lettera

Questa  non è solo una lettera dove l'amore è  il centro del problema, qui Nadia mi parla di due tipi d'amore, quello per  suo compagno e quello per un figlio tanto desiderato.

Mi scrive una giovane donna di 36 anni che ha una felice convivenza da otto anni con il suo compagno che lei adora.

Dov'è allora il problema? Avevano deciso di scegliere insieme il momento di diventare genitori, lei lo sollecita da 3 anni ma lui tergiversa, cambia discorso o la butta sullo scherzo.

Da qui nascono i mille dubbi di Nadia:  in fondo non vuole una famiglia con me, non mi ama più come prima, mi vuole lasciare e non sa come dirmelo.

Carissima chiedi il mio parere... Non posso giudicare i sentimenti delle persone, sarebbe sbagliato da parte mia e non servirebbe a darti nessuna sicurezza.

- Mi viene da pensare che lui sta bene  così, coccolato da te, non ti deve dividere con nessuno ed è  padrone assoluto del suo tempo e delle sue scelte, ha 42 anni e nessun  orologio biologico che lancia messaggi.

Ti consiglio(e  non lo faccio mai!) di

non mettere in atto quanto vorresti fare, ossia sospendere la pillola e metterlo davanti al fatto compiuto, potresti minare inesorabilmente il vostro rapporto finora così sereno.

Armati di coraggio, trova un momento di grande serenità e questa volta trova la forza di dirgli tutto ciò che mi hai scritto di voi.. Che lui sarebbe un padre meraviglioso così com'è un compagno affidabile e tenero.. Digli che sarebbe l'unica cosa a farti più felice di quanto lui già ti fa sentire

Magari non subito... Ma i figli non dovrebbero proprio essere programmati, ma lasciare al caso il momento del loro concepimento.

L'amore ti farà trovare le parole giuste e non dovrai ricorrere a soluzioni che poi rimpiangeresti.

Auguri.... Scrivimi presto, solo belle novità, mi raccomando.

Con queste due risposte altre troveranno spunti per le loro problematiche, comunque io sono sempre qui.

LA VIVI

avatar
  Subscribe  
Notificami