I Nostri Rubriche

MEETIC

3 Luglio 2019

UN UNIVERSO PARALLELO

www.meetic.it - Entri nella sezione registrazione, immetti nome e cognome, inserisci nel form tutti i dati personali (che dovrebbero essere veri) schiacci invio e…sei dentro! Benvenuti  nel meraviglioso, variegato, stupefacente (nel vero senso della parola) mondo degli incontri on line.

Semplice no?

Semplice non lo è proprio per tutti, perché nel campo della richiesta foto profilo per molti inizia il tormento, il vero dramma della scelta dell'immagine personale che deve essere quantomeno decente. Uomini (parlo di loro avendo sottoscritto un profilo che quello cerca)  che partono alla ricerca di immagini che li ritraggono  10 anni prima  in tutta la loro bellezza (se mai ne hanno posseduta una).. o in alternativa iniziano a  ricercare in internet  un viso (il famoso fake) che potrebbe assumere l’ identità tanto desiderata.

Già partiamo male non vi pare? Beh io l’ho fatto, mi sono iscritta per voi e per me, per capire come funziona, se funziona e soprattutto cosa offre questo mercato.

Molti sono i siti d’incontri che offrono un’ampia gamma di scelta tra le persone da incontrare, una cosa che accomuna tutti gli uomini iscritti a questi social è il fatto che siano imprenditori, ricchi e bellissimi…poi li incontri e …bididibodidibù …il principe diventa magicamente un brutto ranocchio. .. già perché poi quando ci si incontra la verità viene a galla.

Ho fatto qualche incontro “test” per potervene scrivere. A parte amici vari e nemmeno molto liberi “scoperti” che si propongono come l’uomo ideale, ne ho selezionati due e qui vi vado a raccontare cosa mi è successo.

Del primo, nemmeno ricordo il nome, gli do appuntamento vicino a casa (ma non troppo) per poter avere una facile via di fuga in caso di grave intolleranza al soggetto.  Sotto al palazzo di Coin in piazza 5 Giornate, per chi lo conosce, mi aspetto un uomo sui 40 moro piacente con leggero accento piemontese. Mentre attendo davanti all’ingresso della famosa terrazza milanese del Globe Bar dopo un quarto d'ora di ritardo e già irritata per la mancanza di rispetto ,da dietro sento dire “certo che di persona sei ancora piu’ bella”. Mi giro e ………………………….. sto già scappando.

Calzone di velluto marroncino vomito di chihuahua , camicia di flanella a quadrettoni sempre sui toni della dissenteria, quella verdastra causata da virus dell'influenza o provocata da virus intestinale dopo essere andati a mangiare del sushi non proprio freschissimo;  altezza 1.69 per essere poco precise per circa 99,9Kg  (leggersi novantanove periodico) , calvo…sguardo da maniaco sessuale e anche già un po’ già arrapato.

Una borsettata in testa stava già partendo solo per la sfacciataggine di essersi proposto con la foto di un altro uomo,  ma ero li per un motivo preciso …scrivere questo articolo così tiro un bel respiro e salgo in ascensore con questo simpatico burlone, pure un filo maleodorante (io ho la fissa dei buoni profumi).  Quando qualcosa mi fa arrabbiare o c’è qualcosa che mi urta il sistema nervoso mi azzittisco e mi si alza in automatico e vistoso  il sopra ciglio destro…chi mi conosce lo sa perfettamente . Lui non sapeva cosa lo avrebbe aspettato uscendo con me che sembro un essere docile ma sono una provocatrice nata e se infastidita riesco davvero ad essere un' insopportabile iena.

Al tavolo inizia a parlare senza tregua raccontandomi una seria infinita di cazzate. Pensate amiche ero fuori con un ingegnere aerospaziale!!!! Mi racconta che ha studiato e collaudato un stellite e che ha incontrato personaggi influenti di cui nemmeno poteva fare il nome se no avrebbe rischiato la vita.  Ecco la sua prima ed unica verità. CON ME STAVA RISCHIANDO LA VITA! Ve la state immaginando vero la mia faccia e la mia sopraciglia?

Bene dopo questi interminabili forse 20 minuti di sopportazione mi dice che vuole farmi vedere la sua auto parcheggiata nel garage del locale, auto incredibile perché  blindata, vetri anti proiettili, carenata in modo da non ribaltarsi in caso di inseguimenti…e decido di seguirlo per vedere dove vuole arrivare questo “coso”.

Arrivati al secondo piano dell’autosilo di corso di porta vittoria entrando nel garage dove ci sono 4 macchine.  Non vedo nulla che possa riportarmi al racconto che questo scienziato pazzo ha appena terminato e  tutto entusiasta mi dice: ”la vedi vero? bellissimo il mio gioiello. Pensa è costata una fortuna, è stata studiata da un’equipe specializzata del tema Ferrari che si occupa di antimafia”

Bastaaaaa ! Ora je meno! Aiuto fatemi andare via o lo picchio selvaggiamente!!!! Prendo…. lo guardo ….e senza pietà forse per la prima volta in vita mia gli dico che non mi è scattato nulla e che dubito seriamente che ci saremmo rivisti. Mi giro e vado lasciandolo con i suoi cioccolatini Gianduiotti che mi aveva portato da Torino in mano…prima che fossero cioccolatini alla 007 (date le premesse) narcotizzanti. Attenzione che l'offeso in tutto cio' era lui che inizia quasi balbettando a dirmi che non capisce la mia reazione. Nemmeno mi giro e lo lascio li...forse se andate nel garage lo trovate ancora li con il suo faccione a punto di domanda.

Roba da matti questo è stato il mio incontro. Va bene che sono specializzata nell’attirare dei personaggi singolari ma vi giuro che non mi sono inventata una sola parola di cio’ che ho scritto….

E poi c’e’ stato lui….che è anche durato un po’ nella mia vita…ma di lui vi parlero’ nella prossima puntata.

#Love Lagio

avatar
  Subscribe  
Notificami